sabato 22 Giugno 2024

Il trading delle criptovalute deve essere regolamentato come il gioco d’azzardo. A chiederlo è Fabio Panetta, membro del comitato esecutivo della Banca Centrale Europea, in un lungo post sul blog della BCE. Eccp le sue parole tradotte da Soldi365.com:

“L’anno scorso ha segnato il disfacimento del mercato delle criptovalute quando gli investitori sono passati dalla paura di perdere qualcosa alla paura di non uscirne – scrive Panetta -.  TerraUSD, una stablecoin stabile solo di nome, è stata tra le prime a cadere in una catena di crolli che ha fatto crollare diverse piattaforme di prestito, un hedge fund, uno dei principali exchange di criptovalute e, più recentemente, una grande società di mining di criptovalute quotata negli Stati Uniti. È probabile che altre società di crittografia vengano aggiunte a questo elenco nei prossimi mesi.

Questi fallimenti si sono verificati in rapida successione, riflettendo la leva incredibilmente elevata degli investitori di criptovalute, la loro interconnessione attraverso l’ecosistema crittografico e le loro strutture di governance inadeguate.

Tuttavia, la disfatta del mercato delle criptovalute ha lasciato il sistema finanziario in gran parte illeso. Molti quindi pensano che sia preferibile lasciare bruciare le criptovalute piuttosto che regolamentare con il rischio di legittimare le criptovalute. Consentitemi di esprimere due importanti riserve su questo punto di vista”.

Criptovalute, Panetta (BCE): “Sono gioco d’azzardo travestito da asset di investimento, vanno regolamentate al più presto”

“In primo luogo – continua Panetta -, nonostante i loro difetti fondamentali , non è certo che le criptovalute finiranno per autobruciarsi.

Prendi le risorse crittografiche non supportate, ad esempio. Non svolgono alcuna funzione socialmente o economicamente utile: raramente vengono utilizzate per i pagamenti e non finanziano consumi o investimenti. Come forma di investimento, anche le criptovalute non supportate non hanno alcun valore intrinseco. Sono asset speculativi. Gli investitori le acquistano con l’unico obiettivo di rivenderle a un prezzo più alto. In realtà, sono un gioco d’azzardo travestito da asset di investimento.

Ma è proprio per questo motivo che non possiamo aspettarci che scompaiano. Le persone hanno sempre giocato d’azzardo in molti modi diversi. E nell’era digitale, è probabile che le criptovalute non supportate continuino a essere un veicolo per il gioco d’azzardo.

In secondo luogo, il costo per la società di un settore delle criptovalute non regolamentato è troppo alto per essere ignorato. Per uno, il crollo del mercato delle criptovalute di quest’anno ha colto alla sprovvista milioni di investitori. Gli investitori disinformati hanno subito perdite significative. Non sono solo le criptovalute che vengono bruciate.

Inoltre, le criptovalute non regolamentate possono essere utilizzate per l’evasione fiscale, il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e l’elusione delle sanzioni. Hanno anche alti costi ambientali.

Ecco perché non possiamo permetterci di lasciare le criptovalute non regolamentate. Dobbiamo costruire guardrail che affrontino le lacune normative e l’arbitraggio e affrontino frontalmente i significativi costi sociali delle criptovalute.

Questo è più facile a dirsi che a farsi. I regolatori devono camminare sul filo del rasoio. Come Ulisse, devono resistere alle seducenti sirene crittografiche per evitare di cadere preda dell’intenso lobbismo del settore. E nel loro viaggio, devono stare alla larga dalla Scilla della cattiva regolamentazione e dalla Cariddi della legittimazione di modelli crittografici non validi.

Il regolamento dell’UE sui mercati delle criptovalute è un passo importante. È fondamentale che venga implementato il prima possibile. Tuttavia, è necessario lavorare ulteriormente per garantire che tutti i segmenti del settore siano regolamentati, comprese le attività finanziarie decentralizzate come il prestito di criptovalute o i servizi di portafoglio non detentivo.

Inoltre, la regolamentazione dovrebbe riconoscere la natura speculativa delle criptovalute non supportate e trattarle come attività di gioco d’azzardo. I consumatori vulnerabili dovrebbero essere protetti attraverso principi simili a quelli raccomandati dalla Commissione Europea per il gioco d’azzardo online. Dovrebbero essere tassati in base ai costi che impongono alla società.

Per evitare il rischio di ritardi nella regolamentazione a causa del tempo necessario per i processi legislativi, le autorità di regolamentazione e le autorità di vigilanza devono essere autorizzate a tenere il passo con gli sviluppi delle criptovalute.

E per essere efficace e prevenire l’arbitraggio normativo, la regolamentazione deve avere una portata globale. Le raccomandazioni del Financial Stability Board per la regolamentazione e la supervisione delle attività e dei mercati delle criptovalute dovrebbero essere finalizzate e applicate con urgenza, così come le regole recentemente pubblicate dal Comitato di Basilea per il trattamento delle esposizioni delle banche verso le criptovalute.

Tuttavia, la regolamentazione e la tassazione da sole non saranno sufficienti per affrontare le carenze delle criptovalute. Per costruire solide basi per l’ecosistema della finanza digitale, abbiamo bisogno di un asset di regolamento digitale privo di rischi e affidabile, che può essere fornito solo dalla moneta della banca centrale. Ecco perché la BCE e le banche centrali di tutto il mondo stanno lavorando sulle valute digitali delle banche centrali sia al dettaglio che all’ingrosso. Preservando il ruolo della moneta della banca centrale come ancoraggio del sistema di pagamento, le banche centrali salvaguarderanno la fiducia da cui dipendono in ultima analisi le forme private di moneta”.

 

 

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE SULLA  HOME PAGE DI SOLDI365.COM
VISITA LE ALTRE SEZIONI DI SOLDI 365.COM:  ECONOMIA  – FINANZA – INVESTIMENTI – TRADING ONLINE – CRIPTOVALUTE – RISPARMIOBUSINESS – GIOCHI – SCOMMESSE – LUSSOGUADAGNAREBONUS E PROMOZIONIFORMAZIONETRASFERIRSI ALL’ESTERO GUIDE E TUTORIAL – EVENTIVIDEOCHAT –  FORUM

Lascia un commento

CHI SIAMO

Soldi365.com è un sito di informazione con notizie e approfondimenti su economia, finanza, trading online, criptovalute, investimenti, risparmio, mutui, prestiti, business, giochi, scommesse, lusso, opportunità di guadagno, bonus e promozioni, formazione, eventi, vivere all’estero, studiare all’estero, lavorare all’estero e aprire un’attività all’estero. Presente una sezione dedicata a guide e tutorial e un ampio spazio riservato ai lettori, che possono confrontarsi su tutti i temi trattati sul sito attraverso chat e forum.

© Copyright 2022 –  Soldi365.com – PI 01432840914 – Tutti i diritti riservati