sabato 13 Aprile 2024

Nel febbraio 2024 i tassi di interesse di mercato mostrano un’ulteriore riduzione: il tasso medio applicato alle nuove operazioni per l’acquisto di abitazioni è sceso al 3,90%, da un 3,98% registrato a gennaio 2024 e un 4,42% a dicembre 2023.

ABI: primi segnali di diminuzione dei tassi di mercato

Parallelamente, il tasso medio relativo alle nuove operazioni di prestito alle imprese ha toccato il 5,37%, in calo dal 5,48% di gennaio 2024 e dal 5,45% di dicembre 2023. E’ quanto emerge dal rapporto di marzo pubblicato dall’Abi, l’Associazione Bancaria Italiana.

Negli ultimi mesi si stanno manifestando primi segnali di diminuzione dei tassi di mercato rispetto ai precedenti valori massimi e rispetto ai tassi BCE. 

 


T
ASSI DI MERCATO 

Nei primi 13 giorni di marzo: 

1.   Il tasso sui BTP è stato in media del 3,68%, in diminuzione di 131 punti
rispetto al massimo registrato a ottobre 2023.


2.   Il tasso IRS a 10 anni (molto usato nei mutui) è stato in media del 2,62%, in
diminuzione di 90 punti rispetto al massimo registrato a ottobre 2023.


3.   Il tasso sui BOT a sei mesi è stato in media del 3,75%, in diminuzione di 30
punti rispetto al massimo registrato a ottobre 2023.


4.   Il tasso Euribor a 3 mesi è stato in media del 3,93%, in calo di 7 punti
rispetto al massimo registrato a ottobre 2023.

TASSI DI INTERESSE SUI PRESTITI 

5.   A febbraio 2024 i tassi di interesse sulle nuove operazioni di finanziamento in diminuzione: 

  • il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni è
    diminuito al 3,90%, rispetto al 3,98% di gennaio 2024 e al 4,42% di
    dicembre 2023;
  • il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese è
    sceso al 5,37% dal 5,48% di gennaio 2024 e dal 5,45% di dicembre 2023;
  • il tasso medio sul totale dei prestiti (quindi sottoscritti negli anni) è stato
    del 4,78% (come nel mese precedente).

 

TASSI DI INTERESSE SULLA RACCOLTA

6.   Conseguentemente al calo dei rendimenti dei titoli di stato, il tasso praticato sui nuovi depositi a durata prestabilita (cioè certificati di deposito e depositi vincolati) a febbraio 2024 è il 3,61%. A gennaio 2024 tale tasso era in Italia superiore a quello medio dell’area dell’euro (Italia 3,71%; area dell’euro 3,50%). Rispetto a giugno 2022, quando il tasso era dello 0,29% (ultimo mese prima dei rialzi dei tassi BCE), l’incremento è di 332 punti base. 


7.   
Il rendimento delle nuove emissioni di obbligazioni bancari e a tasso fisso a febbraio 2024 è 4,03%, con un incremento di 272 punti base rispetto a giugno 2022 quando era l’1,31%. 


8.
 
A febbraio 2024 il tasso medio sul totale dei depositi (certificati di deposito, depositi a risparmio e conti correnti), è l’1,00% (come nel mese precedente, 0,32% a giugno 2022). 


9.
Il tasso sui soli depositi in conto corrente è lo 0,54%, come nel mese precedente, tenendo presente che il conto corrente permette di utilizzare una moltitudine di servizi e non ha la funzione di investimento. 

MARGINE TRA TASSO SUI PRESTITI E TASSO SULLA RACCOLTA 

10. Il margine (spread) sulle nuove operazioni (differenza tra i tassi sui nuovi prestiti e la nuova raccolta) con famiglie e società non finanziarie a febbraio 2024 è 189 punti base. 

RACCOLTA DA CLIENTELA 

11.   La raccolta indiretta, cioè gli investimenti in titoli custoditi presso le banche, presenta un incremento di oltre 236 miliardi tra gennaio 2023 e gennaio 2024 (146,7 miliardi famiglie, 21,7 imprese e il restante agli altri settori, imprese finanziarie, assicurazioni, pubblica amministrazione). 


12. 
Conseguentemente, i soli depositi, nelle varie forme, sono scesi a febbraio 2024 dell’1,1% su base annua, diminuzione in rallentamento rispetto a gennaio 2024 (-1,8%). 


13. 
A febbraio 2024 la raccolta a medio e lungo termine, tramite obbligazioni, è cresciuta rispetto ad un anno prima del 18% (+21,0% nel mese precedente). 


14. 
La raccolta diretta complessiva (depositi da clientela residente e obbligazioni) a febbraio 2024 è risultata in aumento dello 0,9% su base annua, proseguendo la dinamica crescente del mese precedente (+0,5% a gennaio 2024). 

PRESTITI BANCARI 

15.  Il calo dei volumi di credito è coerente con il rallentamento della crescita economica che contribuisce a deprimere la domanda di prestiti: a febbraio 2024, i prestiti a imprese e famiglie sono scesi del 2,7% rispetto a un anno prima, mentre a gennaio 2024 avevano registrato un calo del 2,6%, quando i prestiti alle imprese erano diminuiti del 4,0% e quelli alle famiglie dell’1,3%. 

SOFFERENZE 

16.  Le sofferenze nette (cioè al netto di svalutazioni e accantonamenti già effettuati dalle banche con proprie risorse) a gennaio 2024 sono state 17,5 miliardi di euro (16,7 miliardi a dicembre 2023). Se confrontato con il livello massimo delle sofferenze nette, raggiunto nel novembre 2015 (88,8 miliardi), il calo è di 71,3 miliardi. 


17.   
Il rapporto sofferenze nette su impieghi totali è all’1,04% a gennaio 2024 (0,98% a dicembre 2023; 4,89% a novembre 2015).

 

SEGUICI SU GOOGLE NEWS
Soldi365.com è presente anche su Google News. Unisciti gratuitamente alla nostra pagina per restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di economia, finanza, business e su tutti gli altri contenuti del sito. Seguirci è facile: basta CLICCARE QUI e selezionare il tasto “SEGUI“. 
UNISCITI ALLA COMMUNITY DI SOLDI365.COM:
FACEBOOKTWITTERINSTAGRAM YOUTUBE TELEGRAMLINKEDIN  
VISITA LE ALTRE SEZIONI DI SOLDI 365.COM:
HOME PAGEECONOMIA  – FINANZA – INVESTIMENTI – TRADING ONLINE – CRIPTOVALUTE – RISPARMIOBUSINESS – GIOCHI – SCOMMESSE – LUSSOGUADAGNAREBONUS E PROMOZIONIFORMAZIONETRASFERIRSI ALL’ESTERO GUIDE E TUTORIAL – EVENTIVIDEOCHAT –  FORUM

Lascia un commento

CHI SIAMO

Soldi365.com è un sito di informazione con notizie e approfondimenti su economia, finanza, trading online, criptovalute, investimenti, risparmio, mutui, prestiti, business, giochi, scommesse, lusso, opportunità di guadagno, bonus e promozioni, formazione, eventi, vivere all’estero, studiare all’estero, lavorare all’estero e aprire un’attività all’estero. Presente una sezione dedicata a guide e tutorial e un ampio spazio riservato ai lettori, che possono confrontarsi su tutti i temi trattati sul sito attraverso chat e forum.

© Copyright 2022 –  Soldi365.com – PI 01432840914 – Tutti i diritti riservati